9 maggio 2018
fede e betta

Una breve riflessione a 4 anni dal lancio di we.co

Ciao a tutti, sono una delle due we.co, Elisabetta Carraro. Ho di recente compiuto 40 anni ed è da ottobre (mese del mio compleanno) che sono in fase assolutamente riflessiva. Ed ecco questo articolo, che molto poco ha a che fare con la traduzione, l’interpretazione e l’insegnamento.

Una piccola premessa per dare un senso a questo articolo pazzerello. Se Federica Guizzo – mia socia, amica, mezza sorella – è l’immagine della calma, pacatezza, precisione, costanza, del “via una cosa sotto un’altra”… io come in tutte le ovvie logiche di contrapposizione, sono l’immagine sputata di una giornata variabile, sono quella delle grandi passioni, del cuore che batte sempre e comunque, quella che dà fiducia anche troppo facilmente, quella del “tutto insieme è meglio che una cosa alla volta” e sono anche quella che ne fa così tante che poi ha la sensazione di non averne fatta nessuna. Di questo si rifletteva con Federica ieri, in una breve telefonata rubata tra un “che palle ste fatture” e un “che palle sta traduzione di 300 cartelle… bella eh, ma non finisce più!”.

we.co è un po’ in crisi perché dal 2014 di acqua sotto i ponti ne è passata veramente tanta e per fortuna le nostre vite professionali e personali si sono evolute prendendo strade a volte un po’ opposte. Io insegno tanto, traduco anche se di meno, interpreto ogniqualvolta me ne capita l’occasione. Parlando di una delle tante cose che mi fanno battere il cuore, sono diventata sommelier e Dio come vorrei produrre anche io vino un giorno o quanto meno diventare la portavoce all’estero di una qualche azienda vitivinicola che stimo.

Allora perché crisi? Perché è da tempo che riteniamo il nostro sito obsoleto, nel testo, nelle immagini, nelle foto… tutto. Non parla più di noi. E allora abbiamo pensato: cambiamolo! Sì… detto fatto! Per fare un nuovo sito però, devi avere chiaramente in mente chi sei, cosa vuoi, in che modo sei diverso dagli altri, e poi ti devi raccontare, devi parlare di te, e se un po’ ci avete studiate in questi 4 anni siamo entrambe tutto tranne che autoreferenziali. Ma ci arriveremo, arriveremo anche noi a trovare la nostra nuova immagine, e saremo sempre we.co, perché in due siamo una forza!

Una piccola rassicurazione: nel frattempo continuiamo a lavorare con la nostra solita professionalità che spero incontri anche la soddisfazione dei nostri clienti. Lo facciamo anche senza troppi post, immagini e articoli, ci scusate? Questi social son belli e al contempo una dannazione.

Qualcuno si starà domandando: ma questo articolo? Che senso ha? Ci serviva proprio? Risposta: serviva a me, Elisabetta, per confessarmi, per togliermi un peso, per ringraziare Federica della sua amicizia e tutte le colleghe e colleghi (Chiare, Silvie, Sare, Laure varie…) che ci stanno permettendo di crescere e che ci sostengono condividendo paure, riflessioni, consigli, lavori!

La vita è bella! Fede ti voglio bene, avanti tutta!